XC • Belvedere

28.8km 1012m+

AGNANO

 

 

DESCRIZIONE

Il percorso comincia da Agnano. Prima di raggiungere il paese sulla sinistra trovate via Belvedere, una strada sterrata bianca che, passando sopra la cava, si inerpica verso il Terminetto alto. La strada è larga, dal fondo piuttosto regolare e immersa nel bosco (cosa non da poco con la canicola di questi ultimi giorni). La pendenza è modesta e si sale su tranquilli.

Tobler

Alle sporadiche diramazioni che troverete seguite sempre per FOCE DI CALCI. Il paesaggio è molto suggestivo anche per la presenza, nel primo tratto, di immense pietraie sui fianchi del monte.

Circa 300 m dopo il tornante che segue il Terminetto dovrete prendere una deviazione sulla SX (SENTIERO 16 – FOCE DI PENNECCHIO – MIRTETO – CONSERVA). Vi ritroverete su un single track che, nella prima parte, è difficilmente percorribile per la presenta di grossi massi affioranti o fondo roccioso su pendenze elevate. Questo ST è comunemente chiamato Variante del Laghetto.

Laghetto

Lo scendere di bicicletta quanto meno sarà un sollievo per la prostata (è passata già un ora e mezza). La seconda metà è pedalabile, in lieve discesa e immersa nel verde. Occhio che in alcuni punti il sentiero è strettissimo. Il single track termina su uno spiazzo invaso dalle felci. Girate a SX e dopo un brevissimo tratto in discesa incrocerete una grande carrareccia. Imboccatela girando a DX (direzione M. Le Corna). La strada procede pianeggiante nel primo tratto e poi in discesa. Il fondo è buono ma, in alcuni tratti , per lo scolo delle acque, si sono formati dei profondi canaloni. Mantenete la strada principale senza deviazioni. In corrispondenza dell’incrocio riconoscibile per un masso a terra dovete abbandonare la strada principale e girare secco a SX. Continuerete così facendo la vostra discesa sul versante lucchese attraverso il Monte dei Tovani (310m) e il Monte Vignale (156m). Al termine della discesa vi ritroverete tra San Lorenzo a Vaccoli e S.Maria Maria del Giudice. Alla fine di via del Vescovo potete girare subito a SX sulla strada interna di Coselli che nel primo tratto è asfaltata, dopo è sterrata e si snoda nei campi.

SAnta Maria del Giudice

Il panorama è molto bello con il Moriglion di Penna e il Monte le Croci proprio davanti a voi. Attraversando poi la Statale Abetone risalite sulla via per S.Maria del Giudice. Giunti in paese, alla rotonda, prendete su per via del Monte. Ecco a questo punto ho sputato un polmone…….La strada ha una pendenza elevata e, venendo dal falso piano precedente, vi farà schizzare la frequenza cardiaca. Metteteci anche le ormai 3 ore di bici e il sole che inizia a rosolarvi. Dopo le immancabili bestemmie di rito arriverete al PASSO DI DANTE. Luogo ameno ideale per riflessioni introspettive (o pisciatina panoramica).

Dal passo di Dante proseguite sulla carrareccia principale. La strada è in discesa e vi regalerà un bellissimo scorcio del versante lucchese. La carrareccia sbuca al crocevia del CASTAGNO. Seguite per M.CONSERVA, ovvero la seconda uscita (navigatore style) . La strada è nel primo tratto in salita e, in 2-3 punti per fondo dissestato o canaloni, va percorsa a piedi. Nel complesso è comunque un tratto piacevole. Nell’ultima parte del percorso scenderete tra gli olivi verso Asciano percorrendo i tornanti di VIA di RAGNAIA. Dal paese poi attraverso la strada lungomonte risalirete verso Agnano dopo circa 4 ore di MTB.

COMMENTO

Percorso bello, vario e poco tecnico. Pedalabile per la quasi totalità. Ad essere pignoli il giro si poteva concludere più elegantemente procedendo nell’ultimo tratto verso la Chiesa in Mirteto ma ho già avuto tragiche esperienze dei sentieri sopra Asciano e la benzina stava per finire. Un plauso alla Rockrider 8.1, sempre onesta.

VISUALIZZA L’ITINERARIO SU WIKILOC

DOWNLOAD TRACCIA GPS

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.