AM • Alpha

18.5km 872m+

CALCI

LA LEGGENDARIA LINEA ALPHA, PARADISO DELL' ALL MOUNTAIN

Powered by Wikiloc

DESCRIZIONE

Tre anni passati in sordina. Tre anni vissuti assieme e pericolosamente. La Pimpa compie tre anni! Quale miglior occasione per rispolverare IL SENTIERO.

Un evento che ha luogo ogni mille anni: Il Pimpa al completo.

Calci Stadium, ore 9.30. Reduci dalle baccanalia della sera prima, compaiono alla spicciolata una dopo l'altra pimpe assonnate: Monty e Mullah per primi e via via le altre... Flavius, Ale, Mau, Mattia (The Pro), Ema, Miche, le new entry Rob e Luca (Mr. Orange) e il figliol prodigo Anto. C'è pure il Dany... nei nostri cuori. Poco convinti, iniziamo a salire la panoramica che porta su ai Cristalli. La giornata è un tripudio di colori e l'aria tersa ci permette pure di avvistare all'orizzonte l'America! Approfitando del Flavius, scattano subito le prime soste e giù selfie come se piovesse.

Gran movimento di rider oggi, complice la giornata e la Panettonata ST in Verruca! ma le tradizioni non si toccano... oggi tocca l'Alpha. Man a mano che saliamo le chiacchere si diradano e il fiato si allunga. Sono due mesi che non monto sul trattore e oggi mi pare più svogliato che mai. Poco prima dei Cristalli riusciamo comunque a recuperare il Rob che, in piena ansia da prestazione, si era avviato mezz'ora prima di noi. Proseguiamo come bruco, a volte compatti a volte sfilacciati, fino ai piedi del Monte Cascetto dove siamo costretti, nolenti, a firmare autografi a destra e manca. Ultimo strappo e raggiungiamo dopo circa 2 ore di patimenti lo spiazzo antistante la Casa delle Streghe da cui parte l'Alpha (in memoria/onore di Alfà, leggenda di questi Monti che ahimè non ho mai avuto occasione di incontrare).

Parte alta del Monte Cascetto

Mentre ci vestiamo a guerra, scherziamo e ridiamo a gran voce, per lo più battute sessiste e xenofobe, l'atmosfera è intrisa di cameratismo e nonnismo... tutto questo esoricizza la paura, l'Alpha non ti perdona. Oggi è sporco e selvaggio... proprio come piace a noi. Certo non piove, ma non si può avere tutto dalla vita. L'Alpha (alias CAI 135) è una linea che consta di più segmenti.

Monte Cascetto - La parte alta forse è la più ostica a causa del terreno smosso e costellato di sassi; a peggiorare le cose oggi c'è anche un bel tappeto di foglie che nasconde le insidie. Passati i due-tre punti critici teniamo la SX e percorriamo in scioltezza l'ultima parte flow nel bosco.

Bisantola - Sbuchiamo su asfalto (in località Colle di Calci) e imbocchiamo sulla nostra sinistra l'ampia carrareccia che taglia la Costa Moriglione. Dopo 500m troverete il Cartello Cai sulla SX. Qui inizia la seconda parte. La più bella. Si comincia subito con una immensa pietraia panoramica su cui è stato ricavato un passaggio. Foto di gruppo come da tradizione.

A seguire il Cavatappi di Laguna Seca, ovvero una serie di tornanti tecnici, che ci regala sempre grandi emozioni e divertimento. Il sentiero spiana fino ad un grosso masso in pietra, dietro il quale si nasconde un tratto tecnico molto breve, caratterizzato da gradoni in successione. Aprofittiamo della presenza del nostro Pro Mattia (sicuramente lo ricorderete in Scuola di Ripidi) per girare un breve tutorial. Il tratto che segue è AM PURO. Rocce, gradini e curve strette su un tappetto di aghi di pino. Si scende lenti piazzando con precisione le ruote. Questo segmento termina con un altro paio di tornanti ai limiti del possibile e un pò di rafting sul finale in prossimità della Fonte del Porco (omissis). Guadagnamo infine la carrareccia.

Tre Colli - Percorsi pochi metri, sulla SX troviamo l'inizio dell'ultima parte scorrevole, ottima per sgranchirsi e scaricare la tensione accumulata. Ci ritroviamo sopra gli abitati di Tre Colli. A questo punto, consci delle nostre capacità, facciamo una breve digressione su strada bianca, evitando un tratto potenzialmente mortale. Urban downhill dal Conventino fino all'asfalto della panoramica che sale su da Calci.

COMMENTO

"Andavo nel posto peggiore del mondo, e ancora non lo sapevo, per settimane e centinaia di miglia su per un fiume che serpeggiava attraverso la guerra come un cavo elettrico con il terminale inserito direttamente dentro Kurtz…" Capitano Benjamin L.Willard.

VISUALIZZA L'ITINERARIO SU WIKILOC

DOWNLOAD TRACCIA GPS